TEATRO LUIGI RASI

La chiesa di Santa Chiara, parte di un monastero realizzato da Chiara da Polenta nel 1250 e soppresso nei primi dell’Ottocento dagli editti napoleonici, venne convertita in teatro nel 1874, quando il Comune di Ravenna cedette l’edificio all’Accademia Filodrammatica. Fu inaugurato l’8 maggio 1892 con una commedia di Alexandre Bisson, “Il deputato di Bombignac”, e un monologo scritto per l’occasione da Luigi Rasi, attore e drammaturgo di origine ravennate, a cui nel 1919 il nuovo luogo deputato agli spettacoli fu intitolato. Della chiesa antica rimangono la facciata, che oggi dà ingresso in platea, e l’abside, incastonata in un’area scenica relativamente ridotta ma unica nel suo genere.

Attivo fino al 1943 grazie all’intensa programmazione della “Società Artistica Drammatico-Musicale”, il “Rasi” ha riaperto nel dopoguerra, dopo una ristrutturazione che ne ha aumentato la capienza. Dal 1991 è sede di “Ravenna Teatro”, teatro stabile di innovazione diretto da Marcella Nonni e fondato dal “Teatro delle Albe” e dalla “Compagnia Drammatico Vegetale”, a cui il Comune di Ravenna ha affidato la gestione. Oltre a proporre spettacoli di drammaturgia contemporanea conduce da anni un progetto di “coltura teatrale” della città con i laboratori della non-scuola nei licei e negli istituti tecnici di Ravenna.

Indirizzo

Via di Roma, 39 - 48121 Ravenna

Contatti

Telefono
0544 36239 - 3242957
E-mail
organizzazione@ravennateatro.com
Web

Scheda

Anno di costruzione
1892
Anno inizio attività
1892
Secolo costruzione
XIX
Sale
1
Posti
445
Proprietà
Pubblico
Programmazione
PROSA
Dati storici
Link scheda IBC

Mappa

TEATRO LUIGI RASI - Via di Roma, 39 - 48121 Ravenna
Visualizza su google maps
19/06

Histoire du soldat

Figli d’Arte Cuticchio - musica di Igor’ Stravinskij - libretto di Charles Ferdinand Ramuz - voce, adattamento scenico e regia Mimmo Cuticchio - Solisti dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini - direttore Giovanni Conti
03/07

Un amico

Mario Brunello / Virgilio Sieni - Omaggio al mondo della musica di Ezio Bosso - coreografia e spazio Virgilio Sieni - Mario Brunello violoncello e violoncello piccolo - Maria Semeraro pianoforte - Compagnia Virgilio Sieni Giulia Di Guardo, Maurizio Giunti, Jari Boldrini, Valentina Squarzoni - musiche Arvo Pärt, John Cage, Johann Sebastian Bach, Olivier Messiaen, Ezio Bosso - luci Andrea Narese - produzione Centro Nazionale di produzione della danza Virgilio Sieni, Ravenna Festival, Opera Estate Festival Veneto, Settimane musicali di Stresa, Festival Internazionale - con la collaborazione di Antiruggine srl - prima assoluta
Cosa
Quando
Dove
Cosa